Cos'è

L' Ordine provinciale degli Ingegneri è un Ente pubblico posto sotto l'alta sorveglianza del Ministero di Giustizia. La legge n. 1395/1923, all'art. 2, ha disposto l'istituzione dell'Ordine degli ingegneri e degli architetti inscritti nell'albo in ogni provincia. Il regolamento di attuazione della Legge istitutiva, approvato con R. D. 2537/1925, all'art. 1 ribadisce e specifica che in ogni provincia è costituito l'ordine degli ingegneri e degli architetti, avente sede nel comune capoluogo. Originariamente riuniti in unica categoria, ingegneri ed architetti, per disposizione del R.D. 2145/1927, vengono accorpati in albi distinti.

Le mansioni

La principale funzione dell'Ordine, attraverso la tenuta dell'Albo, consiste nel garantire il cittadino circa la professionalità e la competenza dei professionisti che svolgono attività dedicate in una ampia gamma di settori della tecnica, della salute, della legge.
Oltre alle funzioni derivanti dalla legge istitutiva quali:

  • procedere alla formazione e all'annuale revisione e pubblicazione dell'Albo;
  • stabilire il contributo annuo dovuto dagli Iscritti per sopperire alle spese di funzionamento; amministrare i proventi e provvedere alle spese, compilando il bilancio preventivo e il conto consuntivo annuale;
  • dare, a richiesta, parere sulle controversie professionali e sulla liquidazione di onorari e spese;
  • vigilare alla tutela dell'esercizio professionale e alla conservazione del decoro dell'Ordine, reprimendo gli abusi e le mancanze di cui gli Iscritti si rendessero colpevoli nell'esercizio della professione.

Si sono ormai consolidate una serie di mansioni che pongono l'Ordine quale punto di riferimento, tanto per gli iscritti quanto per le istituzioni e la società civile.

Tra le altre funzioni caratterizzanti l'Ordine degli Ingegneri sono da segnalare la tutela della professione che l'ingegnere svolge nei molteplici settori di competenza, la rappresentanza della categoria verso l'esterno, una trasparente informazione e l'attuazione dell'attività di formazione e aggiornamento continuo dei propri iscritti.

In conclusione, si può affermare che la ragion d'essere di un Ordine Professionale è duplice: da un lato, tutelare gli Iscritti, dall'altro, proprio attraverso la difesa della professionalità, tutelare la collettività.

La normativa di riferimento

Le principali normative di riferimento che disciplinano Ordine degli Ingegneri sono, in ordine cronologico:

  • Disposizioni di legge riguardanti l'Ordine degli Ingegneri e degli Architetti – Legge 24 giugno 1923, n° 1395
  • Regolamento per le professioni di Ingegnere e Architetto - R.D. 23 OTTOBRE 1925, n. 2537
  • Distinzione degli Albi tra Ingegneri e Architetti R.D. 2145/1927
  • Riordinamento della docenza universitaria, relativa fascia di formazione nonché sperimentazione organizzativa e didattica: art. 11 istituzione elenco speciali docenti universitari a tempo pieno- Decreto Presidente Repubblica 11 luglio 1980, n. 382
  • Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonchè della disciplina dei relativi ordinamenti: divisione Albo in due sezioni e tre settori - Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n.328
  • Regolamento riforma degli ordinamenti professionali – DPR 7 agosto 2012, n. 137